Tetto massimo per le spese delle cliniche private e le lunghe liste di attesa nei distretti sanitari: le problematiche sollevate dalla Corte dei Conti alla Regione Abruzzo  

L’AQUILA – La Corte dei Conti ha sollevato la problematica da sistemare sulle spese sostenute dalle cliniche private e le spese per l’acquisto dei farmaci, invitando la Regione Abruzzo a costituire dei tetti massimi di spesa per le cliniche private, inserendo uno standard di costi degli interventi.

Inoltre ha richiamato il monitoraggio della effettiva richiesta dei farmaci, al fine di migliorare il risparmio economico.

Durante la relazione la Corte ha sollevato la problematica delle lunghe liste di attese presenti in tutti i distretti sanitari, poiché spesso i lunghi tempi di attesa si traducono in rinuncia alla cura o in aggravio di condizioni di salute, ovvero al ricorso alla sanità privata a pagamento.

Pertanto ha invitato l’amministrazione regionale ad attivare un piano operativo regionale di recupero delle liste d’attesa, da sottoporre al vaglio ministeriale, per la cui attuazione si è avuto accesso a specifici finanziamenti statali previsti dall’art.29, com 8 e 9, del d.l. 14 agosto 2010, n 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n126.

(Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.