Tragedia di Cerchio. Sabrina Nanni (Idv): “Non c’è sicurezza e nemmeno giustizia”

I Carabinieri di Avezzano

AVEZZANO – Sulla tragedia di Cerchio, costata la vita a Sara Sforza, ventiquattrenne di Aielli deceduta sul colpo a causa di un incidente frontale sulla Tiburtina Valeria, poco distante dal centro commerciale “Le Ginestre”, interviene Sabrina Nanni, in qualità di Responsabile Osservatorio della Legalità di Italia dei Valori.

Sabrina Nanni, Idv

Questa la dichiarazione di Sabrina Nanni: “Con le lacrime agli occhi per quanto accaduto, intervengo per affermare prima di tutto che non c’è sicurezza sulle strade e non c’è nemmeno una Giustizia Giusta. Il fatto che è accaduto – prosegue la Nanni – sta addolorando tutti noi cittadini e ci dimostra come non ci sia neanche una giustizia giusta che punisca subito i colpevoli. Nella Marsica, come a livello nazionale, di situazioni simili se ne verificano tante e, molte delle quali – prosegue – , nell’indifferenza generale sia della politica che della magistratura. I colpevoli devono pagare e non girare a piede libero. Con l’occasione esprimo la massima solidarietà ai familiari della giovane vita spezzata. Sara – conclude Sabrina Nanni – rimarrai sempre nei nostri cuori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.