Troppi contagi al carcere di Sulmona. Cresce la preoccupazione

SULMONA – Rimane seria la situazione del carcere di Sulmona e desta preoccupanti criticità dove il bollettino sale amaramente a 66 detenuti, di cui 2 ospedalizzati e dieci agenti di Polizia Penitenziaria. A dare notizia sono: Francesco Marrelli Segretario Generale Camera del Lavoro CGIL L’Aquila, Anthony Pasqualone e Giuseppe Merola della Fp Cgil. «In più occasioni avevamo già evidenziato le difficoltà che si stavano riscontrando nel penitenziario peligno, agli albori dei primi contagi accertati – tuonano i sindacalisti – tenendo anche conto di altri casi nel distretto abruzzese, come all’Aquila dove si registrarono più di 10 poliziotti penitenziari positivi al Covid, e qualche detenuto in altre realtà. Ma ci erano state rassicurazioni da parte dell’assessorato regionale alla sanità. Oggi – continuano – la situazione è preoccupante visto che detenuti e poliziotti corrono rischi in ogni momento. Per questo – dicono – ci preme avviare la massima collaborazione per fronteggiare l’emergenza nell’interesse collettivo. Oltre a quello che è già stato fatto – concludono – auspichiamo che, quanto prima, vengano rinforzati anche gli organici dei sanitari e riqualificati alcuni reparti cosiddetti “gialli” per allocare i detenuti positivi, oltre ad attenuare l’attuale capienza della popolazione detenuta».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *