Trovato morto sui binari della linea adriatica, in corso l’identificazione. Disagi per i viaggiatori anche in Abruzzo

PESCARA – Disagi in Abruzzo, dopo quelli registrati sulla Rimini-Bologna, in particolare alla stazione ferroviaria di Pescara, sulla linea adriatica, a causa del ritrovamento di un cadavere sui binari, tra Pedaso e Cupramarittima, nelle Marche.

La tragedia si è verificata a Campofilone, in provincia di Fermo dove è’ stato rinvenuto, nella tarda mattinata di oggi, in località Ponte Nina, il cadavere.

La persona sembrerebbe non avere con sè i documenti e, quindi, sono in corso gli accertamenti per identificarla.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato di Fermo per effettuare rilievi e accertamenti inerenti al caso.

In mattinata anche sulla linea ferroviaria di Cesena era stato trovato un corpo sui binari della stazione.
Numerosi i treni interessati dai disagi in Abruzzo, tra FrecciaRossa e Intercity.

I ritardi, per i convogli in partenza e in arrivo al capoluogo adriatico, hanno raggiunto i 130 minuti. Al termine degli accertamenti dell’autorità giudiziaria, la circolazione sta ora gradualmente riprendendo per tronare alla normalità.