Un pregiudicato pescarese e un pugliese arrestati della Guardia di Finanza a Pescara

PESCARA – Due uomini arrestati dalla Guardia di Finanza di Pescara nell’ultimo fine settimana.

Nel primo caso, i Finanzieri del Nucleo Economico-Finanziario, hanno arrestato, un pescarese di 35 anni, pluripregiudicato, in possesso di cocaina e hashish, già in dosi.

Droga destinata allo spaccio nella zona “Merci” di Piazza Muzii, abitualmente frequentata, nelle serate estive e nei week-end, da ragazzi anche di giovanissima età.

Nella successiva perquisizione nell’abitazione, i Finanzieri hanno trovato altro stupefacente ed un bilancino elettronico di precisione.

Complessivamente sono stati sequestrati 110 grammi tra cocaina, marijuana e sostanza da taglio per un valore, se immessa al consumo, superiore a 3.000 euro.

L’uomo, quindi, è stato arrestato e posto ai domiciliari presso la propria abitazione, su disposizioni del Pm presso la Procura di Pescara che ha chiesto il giudizio direttissimo.

Il secondo arresto ha riguardato un giovane foggiano di 29 anni.

Il giovane era stato arrestato, sempre dalla Finanza, nel 2019 per possesso di un’arma clandestina, e a gennaio per un traffico di droga nell’operazione “Il Magnifico”.

Con l’ultima ordinanza di custodia cautelare, il pugliese era stato posto ai domiciliari, su disposizione del Gip, misura tramutata in obbligo di presentazione alla Pg presso la Finanza di Pescara.

Provvedimento a cui il ventinovenne avrebbe contravvenuto più volte, producendo certificati sanitari, risultati poi fasulli, per giustificare le proprie mancanze.

Tale circostanza segnalata alla Procura, ha dato luogo all’aggravamento della misura e, quindi, ad un’ordinanza di cattura dell’indagato per essere tradotto in carcere.

A tale nuovo provvedimento, i Finanzieri hanno dato esecuzione associando l’arrestato presso la Casa Circondariale di Vasto, a disposizione della Procura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.