Un’istallazione di libri recuperati sotto il cielo di Aielli: nuovo capolavoro a Borgo Universo 

AIELLI – Un altro capolavoro si è aggiunto ai tanti che decorano, innovano e impreziosiscono Borgo Universo del Comune di Aielli.

Si tratta di un’istallazione che, a nostro parere, non si riesce a incontrare facilmente sia per bellezza che originalità.

L’idea del “tre Enzi”, come spiegherà il Sindaco Enzo Di Natale, non ha solamente un valore meramente artistico, ma ha anche il pregio di salvare ciò che normalmente andrebbe perso.

Così dei libri, trovati per caso in un sottotetto, in parte recuperati e in parte irrecuperabili, continueranno ad essere patrimonio comune, fonte di cultura ma anche di arte visiva.

Il Sindaco spiega come è nata l’idea:

«Nel sottotetto di un locale pubblico, qualche anno fa, scoprimmo una montagna di libri buttati alla rinfusa.

Piegati, in parte strappati, ingialliti dal tempo e dall’usura, lasciati nell’umidità, sotto infiltrazioni d’acqua.

Qualcuno, nei limiti del possibile, riuscimmo a recuperarlo, i restanti li mettemmo in ordine sapendo però che difficilmente, dato il logoramento, sarebbero potuti finire in biblioteca.

Poi qualche mese fa, in un incontro tra tre Enzi (Nucci, Palerma Mario e il sottoscritto) uscì fuori l’idea di utilizzarli come installazione.

Con un po’ di pazienza e tanto lavoro (soprattutto di Enzo Nucci ma anche di Vittorio Maccallini e di @graziano) siamo riusciti a creare un altro angolo suggestivo.

È un invito a leggere e un modo per diffondere cultura.

A modo nostro, ovviamente».

E così, grazie a questa brillante intuizione, Aielli e i suoi numerosissimi turisti avranno dei libri in più da leggere e dei libri in più da ammirare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.