Vaccino Pfizer: le cifre delle prime dosi

Abruzzo quintultimo posto, con meno dosi della Provincia autonoma di Bolzano (anche se la popolazione è più del doppio nella nostra Regione).

Sono trapelate da poco le cifre della prima scorta di vaccini approvati che verranno consegnate all’Italia. Abruzzo verso il fondo della lista con un numero di dosi di poco sopra le 25 mila unità.

Saranno 1.8333.975 le prime dosi del vaccino anti Covid-19 che saranno destinate all’Italia, in quello che sarà un Vaccine Day europeo che si protrarrà a partire dal 21 Dicembre (prima data utile per l’approvazione dell’EMA e dell’AIFA. Italia che partirà insieme a Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo, Olanda, Spagna e Svizzera. Dopo il “primo giro” ci sarà una seconda fornitura, ancora garantita da Pfizer, di ulteriori 2.507.700 dosi.

Verranno dunque consegnati dalla Pfizer e distribuiti per Regioni i vaccini approvati dagli enti sanitari nazionali ed europei, con la seguente divisione: ovviamente la fetta più grande andrà alla regione più colpita, ovvero la Lombardia (304.955 dosi); a seguire sul “podio” Emilia Romagna e Lazio (183.138 dosi e 179.818 dosi).

L’Abruzzo con 25.480 dosi si ritrova nella parte medio bassa della lista, davanti a Basilicata (19.455), Provincia autonoma di Trento (18.659), Umbria (16.308), Molise (9.294) e Valle d’Aosta (3.334).

Le vaccinazioni, come recita una nota del commissario Domenico Arcuri, saranno inizialmente destinate a “operatori sanitari e sociosanitari, personale operante nei presidi ospedalieri, pubblici e privati, ospiti e personale delle residenze per anziani”.

In un clima di costante incertezza, forse si inizia a vedere una luce alla fine del tunnel. Un ultimo sforzo, #CELAFACCIAMO .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.