Viabilità nell’Aquilano: massimo impegno dalla Provincia de L’Aquila.

L’AQUILA – In merito alla situazione delle strade nell’area “Aquilana” e alle critiche rivolte a questa amministrazione attraverso i mezzi di informazione, occorre precisare che l’Ente ha avviato su tutte le strade provinciali cantieri per milioni di euro, attraverso fondi provenienti dal D.M. 49, da Masterplan e soprattutto attraverso fondi propri, grazie anche ad una programmazione che ha attenzionato ogni angolo del nostro territorio, intervenendo prioritariamente sulle situazioni di particolare criticità e pericolosità.

“Siamo consapevoli delle numerose problematiche che attanagliano la viabilità dei nostri territori, – dichiara il consigliere delegato alla viabilità, Luca Rocci – ed è davvero indecoroso che le critiche arrivino da una parte politica che, nella precedente presidenza De Crescentis, ha di fatto abbandonato e ridotto la nostra viabilità a uno stato di degrado (zero interventi previsti) a cui stiamo ponendo rimedio con i fatti, attraverso cantieri aperti per milioni di euro.

Non abbiamo mai accusato di tali mancanze e defezioni chi ci ha preceduto, al contrario ci siamo messi subito al lavoro, e il piano triennale delle opere pubbliche lo dimostra, affinché tutta la viabilità venga restituita percorribile e in sicurezza.

In particolare la S.P. n. 4 “della Molinella”, come è noto, è stata annessa nel 2018 all’ANAS ma, su un breve tratto, è stato mosso un problema di competenza che è in corso di giudizio e nonostante tutto, nei mesi scorsi, per senso di responsabilità, si è intervenuto con asfalto a caldo per la sistemazione di tratti ammalorati.

Per quanto riguarda la S.P. 33, sulla “famosa” rotatoria di Coppito, è stato affidato l’incarico di aggiornamento della progettazione al quale poi dovrà far seguito un passaggio con il Comune di L’Aquila e infine avviare l’iter per l’esecuzione dei lavori. Stesso discorso per la viabilità di Sassa, situazione che coinvolge anche il comune di L’Aquila, con il quale si sta cercando di trovare già da qualche tempo una soluzione condivisa che prevede, tra l’altro, una variante urbanistica, problematica già discussa e affrontata in commissione provinciale viabilità e a conoscenza dello stesso Comune dell’Aquila.

Per quanto concerne la variante di Tornimparte, i lavori, finanziati per € 1.961.720,00 nel 2012 e iniziati con gli atti di esproprio di tutti i terreni interessati, sono stati sospesi in quanto l’impresa aggiudicataria non ha firmato l’atto di sottomissione e di conseguenza l’amministrazione provinciale ha iniziato l’iter di rescissione contrattuale. Anche di questo se ne è discusso in commissione viabilità con l’impegno di reperire ulteriori fondi per il completamento dell’opera, considerato che le somme stanziate non sono più sufficienti, formulare l’incarico per la redazione di un nuovo progetto e avviare finalmente i lavori di questa importantissima opera.

Le difficoltà, specie dopo la riforma Delrio, sono evidenti – continua il Consigliere Luca Rocci – per via della sempre minore disponibilità finanziaria e le strutture tecnico operative ridotte al minimo ma è altrettanto evidente l’impegno e le capacità di questa amministrazione nel reperire fondi e avviare nuovi cantieri, ormai ogni giorno, e cercare di porre rimedio ai danni causati da chi oggi vergognosamente ci accusa di immobilismo e inefficienza per avere spazi di visibilità o perorare campagne elettorali di prossima evidenza”.

4 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *