Zozzoni all’opera anche in tempi di emergenza. Molti rifiuti abbandonati, però, sono “tracciabili” e presto scatteranno le multe

LUCO DEI MARSI _ Parafanghi di macchine, sdraio, tricicli e biciclette, cassette di plastica per la frutta e…tanto tanto altro materiale. No, non è il volantino pubblicitario di un mercatino dell’usato, ma quanto scoperto in piccole discariche lungo le strade del Fucino. Ultime, in ordine di tempo, lungo strada 39, in tenimento di Luco dei Marsi. Purtroppo, neanche l’emergenza ferma gli incivili.

Ma procede spedita anche l’attività della SegenSpa e della stessa Amministrazione comunale di Luco dei Marsi che, grazie alle fototrappole e ad altri elementi raccolti nelle zone interessate dall’abbandono indiscriminato di rifiuti, i responsabili, pochi ma in grado di danneggiare i beni di tutti, riceveranno salatissime multe.

Lo rende noto la stessa società Segen.

“Anche in questa situazione di particolare difficoltà continua senza sosta l’attività di SEGEN SpA in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Luco dei Marsi, per la tutela dell’ambiente e del territorio contro le ignobili azioni di qualche incivile”.

Ed oggi, appunto, personale e mezzi sono stati impegnati a Luco dei Marsi, lungo strada 39, dove hanno dovuto raccogliere di tutto.

31 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *