Accalcati nel bus Tua da Avezzano per Luco e Trasacco. Protesta di alcun passeggeri

AVEZZANO – In tanti, già passati per il treno da Roma, accalcati dentro il bus della Tua che da Avezzano, con partenza alle 17,05, porta i passeggeri, a Luco, Trasacco, Collelongo e Villavallelonga, facendo soste nell’area industriale del capoluogo marsicano.

E’ così che oggi pomeriggio, alcun passeggeri di questa corsa, sempre affollatissima, hanno deciso di fotografare gli interni, senza riprendere i visi, e far conoscere lo stato dei trasporti nella Marsica.

«Il bus delle 17.05 – ci scrivono alcuni lettori e passeggeri del bus in questione – , dalla stazione di Avezzano con destinazione Luco dei Marsi, prosegue poi per Trasacco, Collelongo e Villavallelonga). Come si vede dalla foto, era stracolmo. Uno scandalo, senza un minimo di distanziamento. Si faccia uno studio minimo dei flussi e si mettano corse bis nelle fasce di orario più affollate – concludono i nostri lettori – o si facciano convenzioni con i trasporti privati».

Insomma, il discorso già fatto la scorsa estate per la riapertura della scuola, si ripropone, ora, anche per le corse ordinarie legate al traffico da Roma e, quindi, a studenti e lavoratori pendolari dalla Marsica alla capitale e ritorno. Ma in questo caso una differenze esiste. Se nel caso delle scuole, il problema potrebbe essere legato alla temporaneità della necessità di altre corse e altri bus, in questo caso, invece, parliamo, stando a quanto dichiarato dai viaggiatori, della soluzione ad un problema atavico di sovraffollamento di una corsa utilizzata da decine e decine di persone.

E allora, Covid o non Covid, il problema è prevedere, praticamente in modo sistematico, una corsa bis in quell’ora su quella tratta a beneficio di tante persone che, quotidianamente e per tutto l’anno, si servono di questo servizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.