Aggressione a sfondo sessuale a danno di una giovane donna. Quarantenne celanese arrestato per aver violato il divieto di avvicinamento alla vittima

CELANO – I Carabinieri di Celano hanno arrestato un uomo di 40 anni, del posto, su ordine di misura restrittiva del Tribunale di Avezzano.

La misura odierna è un aggravamento del precedente provvedimento, a carico dell’uomo, divieto di avvicinamento alla persona offesa. Provvedimento che è stato disatteso.

L’uomo, lo scorso maggio, era stato arrestato e messo ai domiciliari in applicazione della misura richiesta dalla Procura di Avezzano, ed emessa dal Gip dello stesso Tribunale, che, all’epoca, ritenne sussistenti gli indizi di reato raccolti dai Carabinieri a carico dell’indagato in quanto responsabile di aggressione e tentata violenza sessuale in danno di una giovane donna.

Il provvedimento restrittivo è stato poi sostituito con quello del divieto di avvicinamento alla persona offesa.

Nonostante la misura cautelare in vigore, l’uomo ha recentemente e reiteratamente disatteso il divieto di avvicinamento, tanto da richiedere nuovi interventi dei carabinieri per adeguare le misure a protezione della vittima.

I rapporti giudiziari che ne sono scaturiti, quindi gli elementi posti a supporto, hanno fatto sì che il Collegio del Tribunale di Avezzano, presso cui il procedimento è nel frattempo transitato, disponesse il ripristino dell’iniziale misura degli arresti domiciliari.

L’uomo, in forza del nuovo dispositivo, è stato immediatamente rintracciato dai militari della stazione, è posto agli arresti domiciliari nell’attesa della definizione del procedimento penale instaurato a suo carico per gli ipotizzati reati di lesioni personali e tentata violenza sessuale.