Elezioni Comunali Avezzano. Appetiti (Fd’I) vuole spegnere il T-Red che aveva acceso con De Angelis

AVEZZANO – Spegnere il semaforo T-Red e investire in sicurezza stradale, è la proposta che tramite il commissario su Avezzano Roberto Alfatti Appetiti, farà al primo Consiglio comunale qualora il candidato della Lega, Tiziano Genovesi, dovesse essere eletto a Sindaco.

«Tra le priorità amministrative che assumerà la Giunta guidata dal sindaco Genovesi, chiederemo che si provveda a spegnere il T-Red, possibilmente già nella prima seduta della Giunta comunale», afferma il coordinatore di Fratelli d’Italia, Roberto Alfatti Appetiti.

Roberto Alfatti Appetiti

«L’amministrazione non farà più cassa sulla pelle dei cittadini. Noi non permetteremo che si ripeta quanto accaduto nel passato, con famiglie ridotte allo stremo per il numero di multe subite e non mi riferisco ovviamente a chi passa con il rosso. Dopo lo spegnimento del T-Red, promuoveremo uno studio – da effettuare in collaborazione con la Polizia Municipale – degli incroci dove si verifica il maggior numero di incidenti e quindi i semafori hanno maggiore utilità sociale e là si andrà a incrementare, se necessario, l’opportunità vigilanza. Nello stesso tempo – conclude Alfatti Appetiti – investiremo anche sulla formazione scolastica in materia di sicurezza stradale, perché i nostri ragazzi devono comprendere e apprezzare quanto sia importante il rispetto delle regole per prevenire incidenti, purtroppo in alcuni casi con esiti anche mortali».

Per correttezza di informazione verso i lettori, ci corre l’obbligo ricordare che lo stesso Roberto Alfatti Appetiti era il portavoce del Sindaco De Angelis che, come noto, ha difeso la sua scelta fino alla fine, comunciazione passata anche attraverso i collaboratori di De Angelis in Municpio, fra i quali lo stesso Appetiti. Crediamo, poi, che sarebbe davvero un danno l’aver prima acquistato e resettato, sempre con utilizzo di denari pubblici, un sistema del genere e poi spegnerlo e tenerlo inutilizzato. Insieme al “Nuovo Municipio”, o Scatolone di Cemento e Vetro”, sarebbe il secondo gravissimo maxi-spreco di denaro pubblico di questa città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *