Festiv’Alba 2020 finalmente al… Via!

AVEZZANO – Dunque dal 31 luglio al 4 settembre riapre i battenti Festiv’Alba 2020, giunto alla sua 4^ Edizione, ridotto nei tempi e nel numero di spettacoli a causa dell’emergenza sanitaria ma, di certo, non nell’importanza e nel valore degli eventi portati all’attenzione dell’esperto pubblico.

L’organizzazione, come ormai da quattro anni, è portata avanti  dalla Associazione Harmonia Novissima, nella persona del Presidente Giuseppe Franceschini e dal Direttore Artistico, il M° Massimo Coccia che hanno proposto la  conferenza stampa di presentazione e che – coordinata dall’addetto stampa dell’Associazione, Federico Falcone – si è tenuta presso il borgo medievale in  Alba Fucens, alla presenza dei rappresentanti dei tre Comuni interessati – Massa d’Albe, Magliano dei Marsi ed Avezzano – della dottoressa Emanuela Ceccaroni, funzionario archeologo della Sovrintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo e di Giancarlo Zappacosta, dirigente del Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio per la Regione Abruzzo.

Il programma presenta,  unitamente ad un repertorio classico, anche interessanti novità: accanto a classici come Vivaldi , Haydn e Shostakovich, l’assortimento prevede un tributo ai Bee Gees e  alle musiche da cinema; un omaggio al ‘400  con musiche della corte di Isabella d’Este e di Lucrezia Borgia, eseguite dal Cantar al Liuto Ensamble; una puntatina verso la musica cantata medievale e rinascimentale , accompagnata da strumenti ad archetto, come quella da VivaBiancaLuna Biffi; oppure verso la formazione Guerra Amorosa che,  dando vita ad un insieme  strumentale particolare, attinge dal repertorio della seconda metà del XVIII secolo; non manca un veleggiare verso la musica napoletana – Il Canto della sirena – in cui il duo Calogero-Vitale spazierà dalle composizioni di maestri famosi fino alla musica della Scuola Napoletana;  ancora poi, un riconoscimento a quello splendido strumento che è la fisarmonica e che verrà tributato da Arcangelo Pignatelli;  il 4 settembre infine, a chiusura della rassegna, ricorrendo quest’anno il 500° della morte, un omaggio a Raffaello Sanzio,  eseguito da Simone Vallerotonda che si accompagna con il liuto.

Le location dei concerti sono state individuate per nove degli eventi, all’interno dell’area archeologico/medioevale di Alba Fucens; l’ultimo incontro, quello del 4 settembre, si terrà presso la Chiesa di Santa Maria in Valle Porclaneta; si tratta di una scelta felice:  scenari suggestivi e palcoscenici d’elezione, avendo smesso già da molto molto tempo la loro originaria funzione,  tornano oggi a disposizione di  un intelligente modo di valorizzare insieme ottima musica e patrimonio artistico-archeologico della Marsica, creando un binomio sicuramente vincente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.