Il fiore di zafferano: Fiore della Memoria, simbolo di speranza e vita che rinasce

L’AQUILA – Un fiore. Un fiore di zafferano. Un fiore quale simbolo del ricordo delle vittime del sisma del 6 aprile 2009.

Un piccolo fiore, dalle sfumature viola, che è stato ideato e realizzato – su iniziativa dell’Amministrazione comunale dell’Aquila – come spilla così da poter essere appuntato su risvolti di giacche e cappotti.

La scelta del fiore di zafferano non è casuale: il prodotto che viene dai suoi stimmi è coltivato nella zona dell’Aquila ed è commercializzato e conosciuto in tutto il mondo.

Un simbolo che, mutuato dal papavero rosso del Remembrance Day dell’11 novembre nel Regno Unito, è stato individuato dal Comune dell’Aquila per essere indossato in occasione di celebrazioni e ricorrenze legate all’evento che ha duramente provato il territorio aquilano e buona parte di quello abruzzese; verrà consegnato gratuitamente a tutta la cittadinanza.

Alla cerimonia di presentazione, nel corso di una conferenza stampa, erano presenti oltre il Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi anche i Sindaci di Pizzoli Gianni Anastasio, di Fossa Fabrizio Boccabella, il Prefetto dell’Aquila Cinzia Teresa Torraco, una rappresentanza dei familiari delle vittime, della Diocesi e delle casa famiglia “Immacolata Concezione” di S. Gregorio; accanto a loro, anche due ciclisti della nazionale ucraina under 23 che, ospiti presso l’Aquila, la sera del 5 aprile accenderanno il braciere del Parco della Memoria.

La scelta della giornata di presentazione – 1 aprile – è stata dedicata ad Antonietta Centofanti, ricadendo in questa data il suo compleanno e che tanto si è adoperata con iniziative intraprese e battaglie combattute per mantenere vivo il ricordo del dramma del terremoto, secondo le parole del Sindaco Biondi che ha proseguito: «Un fiore tenace e resistente come la nostra terra portatore di lavoro, benessere e vita e che oggi, contenendo in sé la sofferenza di tutte le vittime dei disastri italiani, ricomprende anche quella di tutte le vite spezzate in Ucraina a causa di una dolorosa e terribile guerra».

Biondi ha idealmente consegnato la spilla all’intera città e personalmente invitato, provvedendo al recapito, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, e i Presidenti del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, e della Camera, Roberto Fico, a indossarla il prossimo 6 aprile.

Inoltre, la distribuzione delle spille, realizzata in alcune decine di migliaia, è iniziata in tutte le scuole di ogni ordine e grado della città.

Il Fiore sarà anche disponibile, gratuitamente, in tutte le tabaccherie aderenti al circuito Fit, mentre una parte sarà consegnata ai partecipanti alla fiaccolata della sera del 5 aprile.

Per il Sindaco Biondi sarà un dovere indossarla – al di là delle iniziative che ricorderanno il sisma – anche nel corso di cerimonie commemorative di mali, sofferenze e ingiustizie consumate in ogni parte del mondo così da trasformarsi da simbolo locale ad emblema universale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.