Il Velino restituisce i corpi dei quattro escursionisti dispersi il 24 gennaio

La Prefettura dell’Aquila alle 13 conferma anche il ritrovamento di altri due corpi

ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO

AVEZZANO – Il Monte Velino ha restituito il primo dei quattro escursionisti dispersi dal pomeriggio del 24 gennaio scorso.

La Prefettura dell’Aquila, infatti, ha confermato che, questa mattina, durante le operazioni di soccorso e messa in sicurezza del teatro del grave incidente in montagna, è stato ritrovano il primo corpo. La montagna e la neve, quindi, iniziano a rendere ciò che non era loro, e che per troppo tempo purtroppo hanno tenuto.

Il corpo ritrovato è quello di Valeria Mella, 25 anni, di Avezzano, che era andata sul Velino con Tonino Durante, 60 anni, Gian Mauro Frabotta, 33, e Gianmarco Degni, 26, tutti di Avezzano. Il corpo sarebbe stato già preso in consegna dall’elicottero del 118 che lo trasporterà presso l’obitorio dell’ospedale di Avezzano dove si effettueranno tutte le operazioni del caso.

Intanto, intorno alle 13, la stessa Prefettura dell’Aquila ha confermato il ritrovamento di altri due corpi, sulle cui identità si è in attesa di precise conferme, e l’individuazione di un terzo. Intanto, il Sidnaco di Avezzano, che ha espresso il dolore suo personale, della città intera e della Marsica tutta per questa enorme tragedia,ha fatto esporre le bandiere a mezz’asta fuori dal Palazzo Municipale di Avezzano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.