La Notte è Romantica, bella e luminosa. Ma di giorno non si vede tanta luce

TAGLIACOZZO – Non c’è che dire. “La Notte Romantica” di Tagliacozzo, evento d’esordio dell’estate, è stata un innegabile successo.

Un trionfo della spensieratezza e del divertimento che esalta l’inventiva dell’assessore Chiara Nanni, impegnata ormai da anni a catturare presenze e turisti a sostegno dell’economia locale.

Formazioni di artisti, dal pomeriggio di sabato fino a notte fonda, hanno coinvolto in lungo e in largo centinaia e centinaia di persone, accorse da ogni dove per partecipare alla sognante e suggestiva nottata. Tutto bello, piacevole, allegro.

Lo svago necessario per alleviare presenti e future sofferenze che si annidano in questi tempi di grande apprensione.

Il Covid che si risveglia e dilaga, la guerra che impazza e uccide, l’arsura della siccità che inaridisce i campi, i bacini imbriferi al collasso, le bollette alle stelle e le tasse insopportabili costituiscono una miscela esplosiva che mette alla prova le coronarie delle persone meno frivole e spensierate.

Fanno bene i Comuni a lanciarsi nelle tante manifestazioni ricreative che dilagano un po’ dappertutto in estate.

Distribuiscono “calmanti” per quanto si prospetta alla fine della giostra estiva.

Sarebbe invece il caso di preoccuparsi un pochino di più per perseguire chi spreca l’acqua, chi appicca incendi, chi spara fuochi d’artificio davanti casa, chi lorda di rifiuti strade e piazze, chi non rispetta le distanze interpersonali e sensibilizzare i concittadini a comportamenti di morigeratezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.