Personale di Roamnoleli al Museo delle Genti d’Abruzzo: percorsi di ricerca e innovazione della sua arte

Chi, sabato 26 novembre, si trovasse a passare per il Museo delle genti d’Abruzzo, troverebbe belle sorprese, da vedere e da godere.

Una di queste è la personale di Romanoleli ESERCIZI DI MEMORIA, esposta nello Spazio Arte del Museo delle Genti d’ Abruzzo – che verrà inaugurata proprio sabato 26 novembre alle ore 18 e che sarà visitabile fino all’11 dicembre dal martedì al venerdì dalle 9 alle 13 e il sabato e la domenica, nel pomeriggio, dalle 16 alle 20″.

Campano di nascita ma abruzzese d’adozione, Romanoleli mostra il percorso di ricerca artistica compiuto per innovare, nel tempo della sua creatività, segno, materiali, forme e tecniche; appunto ‘esercizi di memoria’, in cui sono presenti geometrie vintage, cromatismi raffinati, memoria e creazione.

La direttrice del Museo, Letizia Lizza, mette in evidenza come: “anche con questa iniziativa abbiamo voluto valorizzare uno dei tanti talenti della nostra regione.

Per la prima volta Romanoleli espone nelle nostre sale e lo fa con una personale di ampissimo respiro, con opere realizzate appositamente per questa mostra all’interno di un interessante progetto innovativo“.

La cura della mostra è stata affidata a Mariano Cipollini che ha selezionato trenta opere, tutte inedite e realizzate in esclusiva per questo evento insieme ad alcune sculture che segnano il percorso come tappe attraversate dall’artista nel suo percorso di crescita e maturazione artistico-professionale;

e infatti, così si esprime, a riguardo, Cipollini: “La selezione dei lavori presentati porta alla nostra attenzione la volontà che l’artista ha di raccontarsi attraverso la storia, le esperienze personali e la sperimentazione. Materiali differenti che non rinnegano la loro natura d’origine. Fondendosi tra loro, per via dei colorismi d’elezione, generano sovrapposizioni che ne determinano nuove figurazioni votate a personali quanto riconoscibili immagini iconiche”.

Con questo evento, il Museo delle Genti d’Abruzzo chiude la programmazione del 2022;

il presidente della Fondazione Genti d’Abruzzo traccia un bilancio che, alla luce dei tanti eventi presentati è sicuramente positivo in quanto: “abbiamo potuto finalmente riprendere il passo delle tante iniziative che avevamo dovuto lasciare in sospeso a causa dell’emergenza sanitaria. Il nostro lavoro di conservazione si è sempre mantenuto costante, ora abbiamo ripreso a pieno ritmo anche l’attività educativa, di divulgazione e soprattutto le mostre, ospitate sia all’interno dello Spazio Arte che nelle sale del museo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.