Scomparso da casa il 9 luglio. Appello di familiari e Prefettura per il sessantaduenne Raffaele Botticella

CAMPOBASSO – Si era allontanato volontariamente, o così almeno appare la sua scomparsa, dalla sua abitazione in provincia di Benevento. L’auto trovata in Molise

A dare a notizia è la Prefettura di Campobasso che, a seguito di segnalazione da parte della Compagnia dei Carabinieri di Bojano, in merito all’allontanamento volontario, avvenuto il 9 luglio scorso, di Raffaele Botticella, 62 anni, nato a Sant’Angelo a Cupolo, provincia di Benevento, residente a Torrecuso, nella medesima provincia, ha immediatamente attivato il suo Centro Coordinamento Soccorsi.

L’auto del predetto, una Volkswagen Polo targata FIM22985, è stata infatti rinvenuta in questa provincia, sulla S.P. 106, nel territorio del Comune di San Polo Matese, al confine con il Comune di San Massimo.

“Appena ricevuta la segnalazione – spiega una nota della Prefettura molisana – sono stati disposti mirati interventi con uomini e mezzi delle Forze di polizia, Questura, Comando provinciale Carabinieri, Comando provinciale Guardia di Finanza, Polizia Stradale, dei Vigili del Fuoco, del CNSAS (Soccorso Alpino), dei volontari della Protezione civile regionale e delle associazioni di radioamatori, con l’ausilio di unità cinofile, elicotteri e droni, per l’esplorazione dell’ambiente montano, in molti tratti impervio e disabitato, interessato dalle ricerche. Allertati anche i Sindaci dei Comuni coinvolti e gli Enti proprietari delle strade.

Le ricerche proseguiranno ininterrottamente anche durante le ore notturne”.

Le ricerche, data la contiguità con il territorio molisano, e la vicinanza con la Campania, sono estese anche in Abruzzo.

La stessa Prefettura di Campobasso fornisce la foto dello scomparso, per una ampia diffusione volta ad ottenere informazioni, e una descrizione sommaria di Botticella:

  • Altezza: metri 1,65;
  • Peso: 75 kg.;
  • Corporatura: media;
  • Carnagione: chiara;
  • Capelli: brizzolati;
  • Occhi: castani.

Chiunque riconosca la suddetta persona è invitato a contattare senza indugio i numeri di emergenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.