“Statt a Casta”. La Rete dei Giovani Italiani in Belgio (REGIB) organizza un simpatico video-raccolta fondi per la CRI

BRUXELLES- “Essere giovani vuol dire tenere aperto l’oblò della speranza, anche quando il mare è cattivo e il cielo si è stancato di essere azzurro”. Questa bellissima frase di Bob Dylan ci può accompagnare all’interno di una storia davvero affascinante. Nel cuore del Belgio, precisamente nella città di Bruxelles, un gruppo di ragazzi e ragazze italiane hanno dato vita all’associazione Rete Giovani Italiani in Belgio (REGIB). A tale Rete sono presenti anche i ragazzi e le ragazze dell’associazione Abrussels che da anni promuovono le bellezze naturali, artistiche ed enogastronomiche dell’Abruzzo.

La Rete Giovani Italiani in Belgio nasce con il prezioso scopo di accogliere e sostenere i giovani italiani che vivono nel territorio Belga. Tale associazione è un network vivo e attivo in ambito culturale, sociale e lavorativo, è un strumento d’aiuto concreto che supporta i giovani nella propria evoluzione personale e professionale in un territorio diverso dalla propria nazione e un canale per nuove conoscenze e amicizie: in poche parole è un luogo in cui sentirsi di nuovo a casa. Inoltre la REGIB mira a creare un forum per i giovani per fare sistema paese, interagendo con vari attori italiani ed Europei in Belgio, e promuovendo la cultura italiana fra i giovani in Belgio.

Visti i periodi che stiamo vivendo, dovuti alla pandemia da Covid-19, i ragazzi e le ragazze di tale associazione hanno deciso di promuove una bellissima iniziativa, ovvero un video il cui nobile scopo è quello di raccogliere donazioni per la Croce Rossa Italiana. Ma è un video davvero particolare, in cui i giovani invitano i propri familiari, parenti ed amici a “Stare a Casa” utilizzando il loro dialetto di provenienza.

Per maggiori informazioni consultare la pagina facebook: https://www.facebook.com/REGIBelgio/?epa=SEARCH_BOX

Il video in questione:

LE BRUTTE INFEZIONI, LA CONTAMINAZIONE

LE BRUTTE INFEZIONI, LA CONTAMINAZIONE!Ci abbiamo messo la faccia, e anche noi, Giovani Italiani in Belgio, stiamo a casa (anche a pasqua, eh!!). E da buoni italiani quali siamo, ve lo spieghiamo in tutti i dialetti (così anche vostra nonna ci capisce).State a casa, e donate : https://bit.ly/COVIDREGIBPS: noi, Bugo, non abbiamo ancora capito dove sia, ma speriamo stia a casa anche lui!

Pubblicato da REGIB – Rete Giovani Italiani in Belgio su Domenica 5 aprile 2020
17 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *