Appuntamento a Lettomanoppello, sabato prossimo, per le Giornate FAI d’Autunno 2020

Lettomanoppello _ Giornate FAI d’Autunno 2020: un appuntamento anche a Lettomanoppello, sabato 17 ottobre prossimo, con il patrocinio e la collaborazione del Parco Nazionale della Majella, candidato a Geoparco Mondiale dell’UNESCO.

Il suo territorio racchiude testimonianze di una storia geologica affascinante, risalente al periodo fra i 20 e i 10 milioni di anni fa, quando nell’area c’era il mare che ora è visibile nelle giornate limpide a poco più di 30 km in linea d’aria. Nelle rocce calcaree stratificate si osservano denti di squalo e di altri pesci loro prede, si riconoscono i segni delle correnti e delle onde in uno spettacolare e unico “campo” di dune fossili sottomarine, si ricostruisce la genesi e la migrazione degli idrocarburi in Maiella che ha attirato qui, da un secolo e mezzo ormai, prima studiosi italiani e poi anche da tutto il mondo.

Questo passato geologico si intreccia con quello più recente fatto di agricoltori e pastori che costruivano capanne e muretti a secco per “strappare” terreno alla montagna, trasformatisi per un certo periodo in minatori per l’abbondanza di bitume estratto nella zona dalla metà dell’Ottocento fino agli anni Cinquanta del secolo scorso.

Non mancano le testimonianze archeologiche con Grotta Sant’Angelo nel fosso omonimo che offre un’altra visuale sugli affioramenti rocciosi e ci porta indietro nella storia dell’Uomo fino alla preistoria.

In questo cammino escursionistico nella storia passata e recente, i partecipanti saranno accompagnati dai geologi Prof. Silvano Agostini (geoarcheologo), Prof. Marco Brandano e Dott.ssa Laura Tomassetti (Università di Roma La Sapienza), Dott.ssa Elena Liberatoscioli (Parco Nazionale della Majella) e dalle guide ambientali del FAI.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *