Celano e la fase 2. Proseguono gli incontri del Sindaco Santilli con le categorie

CELANO – L’emergenza Covid-19 da oggi è un pò meno emergenza. Si registrano, infatti, timidi segnali di ritorno alla normalità. Per affrontare al meglio questa seconda fase, secondo gli esperti, la più importante, l’Amministrazione comunale di Celano ha recepito le richieste di incontri e chiarimenti espressi dalle varie categorie. Dopo aver incontrato nei giorni una delegazione di estetiste e parrucchieri, il sindaco di Celano Settimio Santilli ha convocato, su espressa richiesta, una rappresentanza dei titolari di bar, ristoratori e pizzerie, con lo scopo di fare il punto sulla ripartenza. Un breve passo indietro. Nella riunione con i parrucchieri ed estetiste il Sindaco tra l’altro, aveva dichiarato che sarebbero stati incentivati i controlli su coloro che esercitano la professione nonostante i divieti, non rispettando la chiusura delle loro attività.

Per quanto concerne, invece, la riunione con i titolari di bar, ristoranti e pizzerie con l’intento di chiarire le problematiche di natura strutturale il Sindaco Santilli ha detto: “abbiamo istituito un gruppo di lavoro comunale di tecnici e agenti di Polizia Locale che andranno a fare sopralluoghi sul posto per ogni attività commerciale per capire le migliori soluzioni anche per eventuali occupazioni di suolo pubblico per spazi all’aperto”. Nel corso della riunione, poi, ha aggiunto il Sindaco sui social “sono emerse diverse considerazioni importanti e fondamentali per la loro ripartenza, soprattutto di: natura strutturale, rispetto al distanziamento sociale.

Chiarimenti riferibili al Dpcm del 26 aprile del Governo e delle varie ordinanze regionali, rispetto a quel che si può, e quel che non si può, e per chi, cosa e come”. A proposito delle norme sul distanziamento sociale il Comune ha attivato un punto di informazione/chiarimenti presso il C.O.C, che fornirà chiarimenti al numero 347 6348465. “Partiamo oggi con la “Fase 2”- ha concluso  il Sindaco Santilli – ma io continuo a raccomandare molta cautela, attenzione e responsabilità. Guardia alta. Resistiamo insieme”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.