Coppia campana denunciata dalla Mobile di Pescara per possesso di arnesi da scasso. Uomo del posto arrestato per evasione dall’Anticrimine

PESCARA – Se ne andavano in giro per Pescara in auto e nel bagagliaio avevano tutto il “necessaire”, diciamo così, per effettuare scassi e, di conseguenza furti.

Due campani, nella mattinata di ieri, sono stati controllati dalla Squadra Volante di Pescara che ha accertato si trattasse di due uomini con precedenti per reati contro il patrimonio.

Un particolare che ha indotto i poliziotti a procedere immediatamente ad un controllo più approfondito.

L’intuizione degli agenti ha consentito di accertare che nel veicolo vi erano diversi arnesi atti allo scasso, per il possesso dei quali i due soggetti non hanno fornito una valida giustificazione.

Gli attrezzi venivano posti sotto sequestro ed i due uomini denunciati alla Procura di Pescara.

Sempre nell’ambito dei controlli effettuati sul territorio, l’Anticrimine di Pescara ha arrestato un uomo di 59 anni, del posto, già noto alle forze dell’ordine.

Questa volta il cinquantanovenne si è reso responsabile di evasione.

Gli agenti, infatti, lo hanno trovato a passeggio nei pressi dell’ospedale, nonostante fosse agli arresti domiciliari.

L’uomo, alla vista della pattuglia, ha tentato di allontanarsi ma è stato prontamente rintracciato e tratto in arresto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.