Dispersi sul Velino. Il vertice in Prefettura decide di andare avanti

L’AQUILA – Si è concluso in serata il vertice in Prefettura sulla vicenda dei quattro escursionisti di Avezzano dispersi, da domenica 24 gennaio scorso, sul Monte Velino.

Il vertice, che ha visto la presenza della Prefetto Cinzia Torraco con le autorità civili, militari e della Protezione Civile presenti sul posto, ha concluso per la prosecuzione delle ricerche, operazioni che andranno avanti per lo meno fino a tutta questa settimana.

Le modalità di esecuzione dei soccorsi, quindi, saranno decise man mano dalle forze impegnate sul campo nelle operazioni stesse. Confermato l’arrivo di un nuovo mezzo battipista, anche se le modalità di arrivo sono ancora in corso di definizione trattandosi di un mezzo molto più grande di quello messo a disposizione da Ovindoli, e l’utilizzo di Sonar Recco manuali.

Tornerà in azione, tra mercoledì e giovedì, anche il super sonar Recco. Sarà messo a disposizione dal Trentino. Il  Recco sarà collocato a bordo dell’elicottero dei Carabinieri, ex Forestali, che per le sue caratteristiche tecniche risulta infatti particolarmente indicato. «Nella giornata in cui si utilizzerà il Recco – spiega Daniele Perilli, presidente del Soccorso Alpino e Speleologico d’Abruzzo -, l’area delle ricerche sarà bonificata. Cioè non ci saranno uomini in quota, per evitare possibili interferenze».

Le ricerche dei quattro avezzanesi dispersi sul Velino, quindi, ripartiranno a partire dall’alba di domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.