10 anni di stoccate vincenti: Teate Scherma festeggia il decennale

Chieti – Il 2020 è stato un anno avaro di gioie ma a livello sportivo permette
alla città di Chieti di celebrare i dieci anni di attività di una
delle sue realtà d’eccellenza: Teate Scherma, infatti, festeggia
proprio in questa stagione il suo decennale.

Sono stati dieci anni intensi, i primi dieci di attività per il club
che ha riportato la città di Chieti ad alti livelli nel panorama della
scherma. In appena dieci stagioni, sono stati tantissimi i risultati
importanti e le soddisfazioni entrate in palmares: 40 titoli
regionali, individuali e a squadre, podi interregionali per gli under
14 e nazionali per i non vedenti, piazzamenti internazionali grazie
alla partecipazione al Malta Open 2018.

10 anni di stoccate vincenti messe a segno, insomma ma non solo: da
sempre Teate Scherma è attiva nella promozione della scherma a 360° e
lo ha dimostrato contaminando lo sport con il mondo dello spettacolo,
come avvenuto con la partecipazione allo spot INAIL 2013 o con la
Settimana Mozartiana nel 2015 e con la Notte Bianca del Liceo Classico
nel 2019.
Il faro è puntato anche al sociale, con l’adesione annuale ai progetti
CONI destinati ai bambini meno abbienti e lo sviluppo delle sezioni
dedicate agli atleti diversamente abili.

Ma non solo, per Teate Scherma la disciplina passa anche per la
formazione: i Tecnici del club sono entrambi abilitati come Tutor e
partecipano in veste di docenti ai corsi regionali di formazione di
nuovi Istruttori. L’associazione ha inoltre all’attivo una
collaborazione con la Facoltà di Scienze Motorie dell’Ateneo
d’Annunzio per l’attivazione di tirocini extracurriculari destinati a
studenti e laureandi.

“Raggiungiamo il traguardo dei primi 10 anni in un clima certamente
non facile” ha dichiarato il Presidente Teate Scherma, Gennaro Falcone
“avremmo voluto celebrare degnamente questo traguardo ma, vista la
situazione sanitaria attuale, i festeggiamenti sono rimandati. In ogni
caso il bilancio di questa prima decade di attività è più che mai
positivo. In particolare, in un momento difficile per tutto il mondo
dello sport come quello che viviamo da marzo a questa parte, il nostro
club ha saputo adeguarsi ai necessari cambiamenti con resilienza e
spirito di adattamento: abbiamo modificato la nostra didattica in
funzione delle normative, prima con gli allenamenti da remoto, poi con
quelli all’aperto in estate e infine con l’applicazione di un rigido
protocollo di comportamento e di igienizzazione per poter riprendere
in piena sicurezza in sala scherma. La risposta degli atleti ci ha
fatto capire che a Chieti c’è tanta voglia di scherma e che la
ripartenza può e deve puntare sul mondo sportivo”.

Proprio a proposito della ripartenza e del futuro, il Presidente
aggiunge: “Quella che ci aspetta sarà una stagione particolare,
diversa da quelle che l’hanno preceduta. Come sempre risponderemo con
prontezza all’evoluzione degli scenari: siamo schermidori e anche in
pedana siamo abituati a valutare il momento e a prendere decisioni
durante lo svolgimento dell’assalto. Abbiamo moltissimi progetti in
cantiere e speriamo di poterli avviare già nel corso di questa
stagione”.

Nel frattempo, le attività sono riprese nel rispetto delle normative
vigenti per agonisti e principianti: gli spadisti teatini si allenano
nella sala scherma attrezzata in via Molino, in attesa di scoprire se
gli istituti scolastici di Chieti ripristineranno l’uso delle palestre
per le società sportive, come già avvenuto nel resto d’Italia. La
stagione di gare, al momento attuale, è già programmata e Teate
Scherma non vede l’ora di portare a casa nuovi successi.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *