“Il pane sarà contato a briciole”, storie dal fronte e di censura a Luco dei Marsi

“Il pane sarà contato a briciole”, storie dal fronte e di censura a Luco dei Marsi. Storia, territorio, libertà e censura nel nuovo appuntamento culturale che è stato in programma giovedì, 10 ottobre,
nella sala consiliare del Comune di Luco dei Marsi. L’evento, organizzato e promosso dall’associazione culturale Lucus con il patrocinio del Comune, vedrà protagonista l’opera: “Il pane sarà contato a briciole. Censura di guerra nella provincia dell’Aquila 1940-1943”, a cura della Textus Edizioni, del dottor Giovanni De Blasis, medico e cultore di storia locale. Nel libro, numerosi brani di lettere scritte dai soldati o dai loro familiari durante la Seconda Guerra mondiale, mai giunte a destinazione perché fermate dalla “Commissione di censura aquilana”.

Dottor Giovanni De Blasis

Le Commissioni potevano bloccare le lettere di cui ritenevano il contenuto compromettente per il segreto militare o che, secondo il censore, esprimeva sfiducia nell’esito positivo della guerra. In alcuni casi, come specificato dall’Autore:”Le commissioni rendevano illeggibili, con un tratto di inchiostro di china, le frasi che potevano deprimere il morale dei combattenti o dei familiari a casa. Le frasi censurate venivano trascritte in rapporti che venivano poi spediti al ministero degli Interni e della Guerra. Facendo queste operazioni, il censore ha reso, inconsapevolmente, un grande servizio alla storia, in quanto ha fermato sulla carta notizie e sentimenti che altrimenti sarebbero andati perduti. Dunque è la storia della guerra raccontata dal basso, con gli occhi di chi la combatteva e ne subiva le terribili conseguenze”.

L’introduzione, dopo il saluto della sindaca Marivera De Rosa, sarà a cura di Sergio Venditti. Tutti sono invitati a partecipare.

sindaca Marivera De Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.