Diocesi di Avezzano. Successo e partecipazione per la prima delle “Notti di Nicodemo”

AVEZZANO- Nella fredda e piovosa serata di venerdì 25 settembre presso la stupenda chiesa di San Giovanni in Avezzano è andato in scena il primo incontro di catechesi del percorso biblico denominato “Le Notti di Nicodemo: c’è luce nel buio?”. Ad organizzare tale momento di catechesi sono stati i ragazzi e le ragazze dell’equipe di pastorale giovanile della diocesi di Avezzano guidata da don Antonio Allegritti.

In una chiesa piena di giovani, di persone adulte e di sacerdoti, rigorosamente ben distanziati e con le mascherine in pieno rispetto delle norme anti-covid-19 si è svolta la prima tappa di questo viaggio all’interno dei personaggi “scomodi” del vangelo: ed il primo protagonista non poteva che essere Nicodemo, colui che campeggia nel titolo di questo percorso. Ad accompagnare il giovane pubblico alla scoperta di questo “Cercatore di Dio” è stata la voce e la grande presenza di don Gianni Carozza.

Tramite la proclamazione di alcuni passi del Vangelo di Giovanni in cui compare la figura di Nicodemo, il sacerdote è riuscito benissimo nel porre dinanzi all’attenzione dei presenti l’esperienza di ricerca di Cristo proprio del “Maestro d’Israele” come si legge nel passo evangelico. E proprio questa ricerca e quel dialogo con Cristo fa di Nicodemo un uomo prettamente moderno, che è in continua ricerca, specialmente nei tempi duri che stiamo vivendo. Specialmente nelle parti conclusive della sua catechesi, don Gianni, parla di questo passaggio di Nicodemo dal buio alla luce e proprio questa luce che dovrebbe illuminare noi ricercatori di Dio.

“Che la figura di Nicodemo- afferma don Gianni Carozza- ci aiuti a renderci più disponibili alla grazia e spero anche che vi aiuti ad esser capaci di nascere di nuovo fino a quella meta finale che è la vita eterna”.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *