La scuola di danza L’Arabesque torna in scena a L’Aquila con uno spettacolo sulle tante facce della vita e uno spazio dedicato a Raffaella Carrà

L’AQUILA – Torna la danza a L’Aquila con il XXXVII Concerto di Danza de L’Arabesque – Centro per lo Studio delle Discipline Artistiche della danza, del ballo e delle danze orientali.

A causa della pandemia molte scuole di danza cittadine si sono ritrovate a non poter più allestire i propri spettacoli, quest’anno invece si torna in scena.

L’Arabesque, storica scuola di danza aquilana diretta dalla Professoressa Maria Cristina Adriatico, al suo 37mo anno di vita, allestisce il suo Concerto di Danza in programma per domenica 26 giugno 2022, alle ore 20.30 presso il Gran Teatro Zeta dell’Aquila.

Lo spettacolo si divide in 3 quadri.

Il primo è dedicato al gioco, alla spensieratezza di cui è portatore Arlecchino, uno dei protagonisti della Commedia dell’arte, per mandare un messaggio che ha attinenza con i tempi che siamo vivendo: e cioè che in periodi complessi e difficili occorre non perdersi d’animo ma saper reagire ritrovando il sorriso e affrontando la vita anche con un pizzico di leggerezza.

Protesta di donne afghane dopo il ritorno dei talebani (FOTO ANSA)

Nella seconda parte, intitolata DI FIORI E DI PRIGIONI, L’Arabesque porta in scena un progetto che, attraverso danza, musica, poesia e testimonianze, intende focalizzare l’attenzione sulle problematiche delle donne afgane che, con il recente ritorno dei Talebani, vedono davanti a loro prospettive di regressione catastrofiche.

In questo scenario nascono qua e là fenomeni di resistenza, anche attraverso l’arte, ne sono un esempio le illustrazioni dell’artista Samsia Hassani che fanno da sfondo ai pezzi danzati.

Si tratta di un progetto la cui qualità è stata riconosciuta anche da EMERGENCY (gruppo di L’Aquila) che ha concesso il proprio patrocinio.

Al termine della serata, che gode del patrocinio del Comune dell’Aquila, una carrellata di lavori più strettamente “di studio” degli allievi che quest’anno si sono impegnati con un’energia straordinaria viste le difficoltà legate al momento storico complesso e un omaggio a una donna straordinaria che ha rivoluzionato il mondo del varietà e che purtroppo ci ha lasciato ormai quasi un anno fa, Raffaella Carrà.

Raffaella Carrà

Non esiste una sola definizione per lei: ballerina, soubrette, showgirl, attrice, cantante, doppiatrice, conduttrice, autrice di programmi televisivi, Raffella Carrà ha segnato un’epoca, ha affascinato e ispirato intere generazioni, con la sua allegria, il suo garbo, la sua energia e anche le sue provocazioni, mai sopra le righe.

Tra l’altro la storica costumista de L’Arabesque, Rita Finocchio, è stata per lunghi anni una costumista RAI e proprio lei confezionava gli indimenticabili look di Raffaella.

Appuntamento domenica 26 giugno 2022, alle ore 20.30 presso il Gran TeatroZeta dell’Aquila con il XXXVII Concerto di Danza de L’Arabesque!

Le protagoniste dello spettacolo

  • Maria Cristina Adriatico;
  • Aurora Ciuffetelli:
  • Raffaella Saturni;
  • Diletta Gizzi:
  • Viola Abissini;
  • Karola Alfonsetti;
  • Gaia Alvaro;
  • Alice Botta;
  • Francesca Buia;
  • Marta Cipriani;
  • Martina Ciuffetelli;
  • Martina Di Ilario;
  • Giorgia D’Ascenzo;
  • Maristella Di Carlo;
  • Martina Di Emidio;
  • Giulia Sofia Di Febo;
  • Chiara Felici;
  • Elisa Lucia Ianni;
  • Elena Iovannitti;
  • Gaia Lucantonio;
  • Sara Ludovici;
  • Chiara Ludovici;
  • Beatrice Masi;
  • Erika Moroni;
  • Elisa Nobili;
  • Clarice Parisse;
  • Rosaria Parisse;
  • Nadia Pauselli;
  • Federica Pignatelli;
  • Angela Priore;
  • Maria Ricciuti;
  • Beatrice Ruffa;
  • Paola Sabatini;
  • Roberta Spagnoli:
  • Annapaola Stefanini;
  • Francesca Taglieri;
  • Gloria Tenuzzo;
  • Arianna Trombetta;
  • Elisabetta Volpe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.